Recensione a “Il Problema di Ivana”, di Ciro Pinto

Caro Visitatore,
oggi voglio presentarti un romanzo che considero una vera e propria perla della narrativa.

Te lo consiglio se sei lettore, per i suoi intrecci, per la sua scorrevolezza e profondità, e Te lo consiglio se sei un autore emergente, perché c’è tanto da apprendere nello stile, nella capacità di scrittura, e nelle metafore che questo scrittore propone.

E non si tratta di un nome conosciuto, ma di un autore appena uscito con la sua prima opera nel panorama letterario. E attraverso questo libro c’è tanto da apprendere per migliorare le nostre capacità di scrittura.

Chi è l’autore?

Ciro Pinto è nato a Napoli, nel novembre del 1953, dove tuttora ri- siede.

Ha lavorato sempre nel settore bancario e finanziario, dove ha svolto ruoli di responsabilità anche nazionali. Ha girato l’Italia e ha vissuto diversi anni a Firenze, dove l’azienda a cui ha dedicato buona parte della sua vita ha la sua sede centrale.
Lasciato il lavoro e ritornato a Napoli, oggi si può dedicare alla passione che coltiva da sempre: scrivere.

Dove è acquistabile questo libro?

Puoi acquistare il libro presso il sito delle edizioni DrawUp 

La mia recensione: 

Un romanzo magistrale, una vera e propria prima pubblicazione in grande stile: è questo il romanzo di Ciro Pinto, il Problema di Ivana, edito dalla DrawUp.

Un romanzo complesso e completo, per ciò che attiene la trama, semplice ed elegante nella forma.

C’è il problema di Ivana (che attiene alla sfera psicologica), c’è il mistero di questo personaggio che solo a metà romanzo si capisce chi sia. C’è la fuga dai ritmi ossessivi della grande città e l’immersione in una realtà toscana dove la natura, i sapori, e gli odori sopravvivono all’evolversi dell’uomo. C’è lo scontro tra generazioni e tra classi sociali diverse, c’è la crisi, la peste come la definisce Pinto, sia sociale che umana, e il continuo legame con un passato medioevale, che nell’evolversi della trama diverrà straordinariamente attuale.

Non anticipo nulla di più, tranne una lode allo stile eccezionale di Ciro Pinto, al suo linguaggio elegante, raffinato e ricercato, al tempo stesso scorrevole e mai pomposo. Ciro è in grado di prenderti per mano, caro Lettore, e di condurti a spasso attraverso la trama; di farti assaporare i gusti, i sapori e gli odori della campagna toscana, una campagna che ammette di conoscere molto bene, ma che è capace di trasmettere in tutto il suo fascino e splendore ai tuoi cinque sensi; è capace poi di trascinarti nel pieno di una riunione dirigenziale, dove si decidono i licenziamenti, dove chi lavora non ha nome e cognome ma è solo un numero da tagliare per la sopravvivenza dell’utile aziendale; e in questo percorso Ciro sa farti provare l’ansia di chi decide del destino altrui, di chi deve scegliere gli elementi da eliminare, e la contemporanea disperazione di chi perde il lavoro da un giorno all’altro e ha una famiglia a carico.

Ti dico solo, caro Lettore, che Ciro è stato talmente in grado di portarmi dentro la trama, che a questo punto della lettura ho dovuto chiudere il libro per la rabbia!.

C’è poi la domanda di fondo del romanzo, che coinvolge la sfera intima di ciascuno di noi: cosa scegliere per la propria vita? Ciò che essa ci offre e che non ci piace, o ciò che i nostri valori e la nostra morale ci hanno insegnato ad essere?

E’ una domanda a cui Ciro ha risposto.
E’una domanda a cui hanno risposto Andrea Torreggiani, il protagonista del romanzo, e Ivana (questo personaggio misterioso, che non ti rivelo chi è).
E’ una domanda a cui ho risposto io, quando ho letto il libro.
E’ una domanda che costringerà anche Te, caro Lettore, a dare una risposta.

Buona lettura 😉

GGB

PS: Per Ciro e per tutti gli autori emergenti che si trovano ad affrontare delle presentazioni in pubblico consiglio Presentazioni efficaci, di Roberto Saffirio e Presentazioni Persuasive, di Simone Casadei. Ovviamente aggiungo, per una promozione efficace e vincente del proprio testo, Promuovi il tuo Libro, di Emanuele Properzi.

Annunci

2 thoughts on “Recensione a “Il Problema di Ivana”, di Ciro Pinto

  1. Pingback: Io e Selvaggia a Roma: Come back home! | Il blog di Giovanni Garufi Bozza

  2. Pingback: Io e Selvaggia a Roma: Come back home!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...